INTERNET&Co. Web Agency

INTERNET&Co. Web Agency – Il web a 360° gradi

Call. +39 320 4219762

Siti web – E-commerce  – Campagne social – Posizionamento online – Web marketing – Gestionali online.

AFORISMI CITAZIONI FASHION

Citazioni e aforismi sulla moda

O si è un’opera d’arte o la si indossa.
(Oscar Wilde)

Ogni generazione ride delle mode vecchie, ma segue religiosamente quelle nuove.
(Henry David Thoreau)

Che ne dici, un diamante?
Dammi solo un armadio gigantesco!
(Mr. Big e Carrie Bradshaw in Sex and The City)

Il più bell’abito che può abbigliare una donna sono le braccia dell’uomo che ama. Ma, per chi non ha la possibilità di trovare questa felicità, io sono qui.
(Yves Saint Laurent)

Una moda che non raggiunge le strade non è moda.
(Coco Chanel)

Che sia benedetta la moda che ci mantiene volubili e leggere, anche quando vorremmo essere profonde.
(Erica Jong)

La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti.La moda è nel cielo,nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo.
(Coco Chanel)

La moda va consumata subito. Il meglio che possa accadere a un abito è di essere indossato. Non di essere esposto in un museo.
(Karl Lagerfeld)

Un abito dovrebbe essere stretto abbastanza per mostrare che sei una donna e sufficientemente morbido da provare che sei una signora.
(Edith Head)

La moda evolve sotto l’impulso di un desiderio e cambia per effetto di una ripulsa. La saturazione porta la moda a buttare alle ortiche quello che fino a poco tempo prima adorava. Poiché la sua ragione profonda è il desiderio di piacere e di attirare, la sua attrattiva non può certo venire dall’uniformità, che è la madre della noia.
(Christian Dior)

I folli inventano le mode e i saggi le seguono.
(Anonimo)

La moda è fatta per andare fuori moda.
(Coco Chanel)

Puoi ottenere tutto ciò che voi se sei vestita per averlo
(Edit Head)

Le donne di solito amano quello che comprano, ma odiano i due terzi di ciò che è nei loro armadi.
(Mignon McLaughlin)

Piuttosto perdonare un brutto piede che delle brutte calze.
(Karl Kraus)

Un uomo può indossare ciò che vuole, resterà sempre un accessorio della donna.
(Coco Chanel)

Le donne sciocche seguono la moda, le pretenziose l’esagerano; ma le donne di buon gusto vengono a patti con essa.
(Émilie du Châtelet)

La moda passa, lo stile resta.
(Coco Chanel)

Il peccato capitale non è essere vestita male, ma indossare la cosa giusta nel posto sbagliato
(Edit Head)

L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.
(Giorgio Armani)

Personalmente dipendo da Givenchy come le donne americane dipendono dal loro psichiatra.
(Audrey Hepburn)

Se una donna è malvestita si nota l’abito. Se è vestita impeccabilmente si nota la donna.
(Coco Chanel)

Dio ha fatto la femmina e i sarti hanno fatto la donna.
(Pitigrilli)

Le donne seguono la moda perché gli uomini le seguano.
(Anonimo)

Io non so chi abbia inventato i tacchi alti, ma tutte le donne gli devono molto.
(Marilyn Monroe)

“Victoria Albert Museum”. Quando arrivo alla sala che ospita la storia della moda, divento rigorosa e scientifica. Passo più tempo lì che in ogni altra sala. Ma poi vestiti e scarpe finiscono e ricominciano le statue e tutte quelle cianfrusaglie nelle bacheche.
(Sophie Kinsella, I love shopping)

Lo stile è l’abito dei pensieri, e un pensiero ben vestito come un uomo ben vestito, si presenta molto meglio.
(Lord Chesterfield)

Il variare delle mode è la tassa che l’industria del povero impone alla vanità del ricco.
(Nicolas de Chamfort)

La moda determina il prezzo delle merci e il valore delle virtù.
(Anonimo)

Metti su un trench e ti sentirai Audrey Hepburn a passeggio per Parigi.
(Michael Kors)

L’abito non deve appendersi al corpo, ma seguire le sue linee. Deve accompagnare chi lo indossa e quando una donna sorride l’abito deve sorridere con lei.
(Madeleine Vionnet)

Io non faccio la moda, io sono la moda.
(Coco Chanel)

La moda è la raffinatezza che corre davanti alla volgarità e teme di essere sorpassata.
(William Hazlitt)

La moda è femmina, dunque capricciosa.
(K.J. Weber)

La moda non è né morale né immorale, però è fatta per tirare su il morale.
(Karl Lagerfeld)

Tutti i vestiti delle donne, in ogni epoca e paese, non sono che variazioni sull’eterna lotta tra il desiderio di essere vestite e la voglia inconfessata di spogliarsi.
(Lin Yutang)

L’alta moda permette alle donne di ritrovare una silhouette che l’età ha fatto loro perdere.
(Charles James)

La moda è la maniere di dire che sei senza dover parlare.
(Rachel Zoe)

La moda non deve mai decidere chi sei. È lo stile a decidere chi sei. E a perpetuarlo.
(Quentin Crisp)

Date delle belle scarpe a una donna ed ella conquisterà il mondo.
(Marilyn Monroe)

Voglio solo cambiare il mondo, una paillettes alla volta.
(Lady Gaga)

La moda è architettura: è una questione di proporzioni.
(Coco Chanel)

Alcune persone pensano che il lusso sia l’opposto della povertà. Non lo è. È l’opposto della volgarità.
(Coco Chanel)

C’è una sola grande moda: la giovinezza.
(Leo Longanesi)

Ogni nuova moda è rifiuto di ereditare, è sovvertimento contro l’oppressione della vecchia moda; la moda si vive come un diritto, il diritto naturale del presente sul passato.
(Roland Barthes)

Nella moda è stato ancora più facile, perché, come diceva luminosamente Barthes, la moda è la rotazione dei possibili. È l’idea che ci sono alcune possibilità che vengono sfruttate in maniera circolare. Anche se poi non si ritorna mai allo stesso punto… Si procede, se vuoi, in modo elicoidale, a spirale.
(Gian Paolo Fabris)

L’uomo comune si copre. L’uomo elegante si veste.
(Michele Pernozzoli)

L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai.
(Audrey Hepburn)

Tutto è nell’attitudine.
(Diane von Furstenberg)

Nel corso degli anni ho imparato che ciò che è importante in un vestito è la donna che lo indossa.
(Yves Saint Laurent)

Essere “di moda” potrebbe essere un disastro per il 90 per cento delle donne. Non sei una pagina di Vogue.
(Anonimo)

La moda è ciò che segui quando non sai chi sei.
(Quentin Crisp)

Da come ti vesti si comprende cosa hai nel cuore: l’adulterio o la purezza, la gioia di vivere o la depressione.
(Danilo Ascoli)

L’abito non fa il monaco… fa il Signore!
(Michele Pernozzoli)

Non c’è nulla che tocca tanto la nostra immaginazione come una bella donna in un abito semplice.
(Joseph Addison)

Avrei voluto inventare una sola cosa nella vita: i blue jeans: non c’è nulla di più spettacolare, più pratico, più rilassato e disinvolto. Hanno espressione, modestia, sex appeal, semplicità – tutto ciò che vorrei per i miei vestiti.
(Yves Saint Laurent)

Cura il tuo aspetto: chi ha detto che l’amore è cieco?
(Mae West)

Molti uomini mi hanno detto che ho salvato il loro matrimonio. Forse è costato una fortuna in scarpe, ma è molto più economico di un divorzio.
(Manolo Blahnik)

Piuttosto fuor del mondo, che fuor di moda.
(Proverbio)

Legge della moda: se la scarpa si adatta al piede, è brutta.
(Anonimo)

L’unica cosa che ci separa dagli animali è la nostra capacità di mettere accessori.
(Robert Harling)

Il trionfo degli accessori in questa epoca si spiega facilmente. La gente si veste in modo sempre più destrutturato e casual. Sono rimaste le borse e soprattutto le scarpe a dare il tocco sexy a ogni look.
(Tamara Mellon)

A volte sono di moda cose così brutte e sgradevoli che sembra che la moda voglia dimostrare il suo potere facendoci portare quanto c’è di più detestabile;
(George Simmel)

L’unico svantaggio dell’essere figlia di un industriale della moda è che ogni volta che vado a letto con un ragazzo, mi tocca vedere il nome di mio padre scritto sui suoi boxer.
(Marci Klein)

I vestiti sono una bella passione. Alcuni sognano di avere una grande piscina, io preferisco gli armadi!
(Audrey Hepburn)

Orgoglio si riferisce a quello che pensiamo di noi stessi; la vanità a ciò che vorremmo che gli altri pensassero di noi.
(Jane Austen)

Detesto il narcisismo ma approvo la vanità
(Diana Vreeland)

Cammina come se ci fossero tre uomini dietro di te.
(Oscar de la Renta)

Vestiti bene dovunque tu vada, la vita è troppo corta per passare inosservati.
(Paris Hilton)

Un uomo non ti tratterà mai meglio di un grande magazzino.
(Dal film “I Love Shopping”)

Non riesco a concentrarmi con le scarpe basse.
(Victoria Beckam)

Le modelle in fondo sono solo scherzi genetici della natura, che spendono due ore al giorno con parruchieri e truccatori.
(R. Romijn Stamos)

Perché queste maschere gravi o meditative che vediamo così spesso sulle modelle nelle fotografie di moda? Di quale intensità caricano i loro sguardi? Vorrebbero forse significarci che, da quando si infilano questa giacca o questa minishort, i più alti pensieri le visitano? Improvvisamente, in questo abito a bretelle, esse percepiscono le filosofie più opache, chiariscono i misteri dell’essere?
(Eric Chevillard)

Raramente la gente discerne l’eloquenza sotto un mantello logoro.
(Giovenale)

Il mantello copre il brutto e il bello
(Proverbio)

Quando smetterò di fare la modella? Dipende dall’efficacia della mia crema antirughe.
(Heidi Klum)

Il più grande alleato della moda è il conformismo.
(Roberto Gervaso)

Il pubblico non deve capire la moda e deve essere indignato. In ciò consiste il trionfo della moda.
(Jurij Lotman)

La moda è così insopportabilmente brutta che va cambiata due volte all’anno.
(Oscar Wilde)

In tempi difficili, la moda è sempre scandalosa.
(Elsa Schiaparelli)

La moda dovrebbe essere una forma di evasione, non una prigionia. (Alexander McQueen)

Dieci anni prima del suo tempo una moda è indecente; dieci anni dopo, è orrenda; ma un secolo dopo, è romantica.
(James Laver)

La moda è contemporaneamente essere e non essere, si trova sempre sullo spartiacque fra passato e futuro e ci dà, finché è fiorente, un senso del presente così forte da superare in questo senso ogni altro presente.
(George Simmel)

La moda riflette sempre i tempi in cui vive, anche se, quando i tempi sono banali, preferiamo dimenticarlo.
(Coco Chanel)

Gli accostamenti più arditi riescono a far cantare i materiali e le forme.
(Krizia)

Il vestito deve seguire il corpo di una donna, e non viceversa.
(Hubert de Givenchy)

Il lusso, è la libertà di spirito, l’indipendenza, in breve il politicamente scorretto.
(Karl Lagerfeld)

Mi considero un artista, con l’unica differenza che le mie creazioni si indossano, non si appendono ad un muro.
(Roberto Cavalli)

Lo stile è avere coraggio delle proprie scelte, e anche il coraggio di dire di no. È gusto e cultura.
(Giorgio Armani)

Una davvero elegante è Kate Moss, capace di mescolare un capo di H&M con un pezzo d’alta moda.
(Barbara Hulanicki)

Alla moda del nudo sono contrario: un buon sedere è un buon sedere, ma per chi crea vestiti il nudo è autodistruzione.
(Giorgio Armani)

La bellezza salverà il mondo.
(Fëdor Dostoevskij)

I miei soldi li voglio là dove li posso vedere: tutti appesi nel mio armadio.
(Carrie Bradshaw)

Cos’è una consulente di moda? Una donna che impone i suoi gusti a donne che non ne hanno.
(Anonimo)

L’amore è l’unica griffe che non passerà mai di moda.
(Carrie Bradshaw)

Ed eccomi di nuovo con il solito problema: un armadio di vestiti e niente da mettermi.
(Carrie Bradshaw)

Gli snob sono i franchi tiratori e l’avanguardia della moda. Si ride di essi da principio, ma finiscono sempre per aver ragione loro.
(Francis de Miomandre)

Moda. Un’epidemia creata ad arte.
(George Bernard Shaw)

Io non vedo come un capo di abbigliamento possa essere indecente. Una persona, sì.
(Robert A. Heinlein)

Io sono una specie di ninfomane della moda che non raggiunge mai l’orgasmo.
(Karl Lagerfield)

I vestiti che preferisco sono quelli che io invento per una vita che non esiste ancora, il mondo di domani.
(Pierre Cardin)

Ogni persona che induca a pensare quanto costa l’abito che porta, non lo sa portare.
(Riccardo Bacchelli)

Un cameriere è un uomo che porta un frac senza che nessuno se ne accorga. Per contro ci sono degli uomini che hanno l’aspetto di camerieri appena si mettono un frac. Così in ambedue i casi il frac non ha nessun valore.
(Karl Kraus)

Oggi le gonne diventano sempre più corte e le scollature sempre più profonde: dobbiamo soltanto aspettare che s’incontrino.
(Pierre-Jean Vaillard)

Ho sempre rispettato la moda, soprattutto la mia.
(Karl Lagerfield)

La moda è prima di tutto l’arte del cambiamento.
(John Galliano)

Io so che cosa vogliono le donne. Vogliono essere belle.
(Valentino)

Le donne pensano, sinceramente, di vestirsi per noi. O per loro. Ma vero è che si vestono per stupirsi reciprocamente.
(Francis de Miomandre)

Nessun uomo ti farà sentire protetta e al sicuro come un cappotto di cachemire e un paio di occhiali.
(Coco Chanel)

Se mi fosse permesso di scegliere uno dei libri che verranno pubblicati cento anni dopo la mia morte, sapete quale sceglierei? Una rivista di moda per sapere come si vestiranno le donne un secolo dopo la mia dipartita. Questi stracci in fondo mi diranno sull’umanità futura più di tutti i filosofi, i romanzieri, i profeti e gli studiosi.
(Anatole France)

Ciò che viene per prima, è la forma. Poi, la materia che esprime i volumi, la fluidità, il languore. Il colore non è che l’ultimo elemento.
(Pierre Cardin)

Chissà quante foglie di fico Eva avrà provato prima di dire: “Prendo questa”.
(Anonimo)

Moda. La dea dell’apparenza.
(Stéphane Mallarmé)

Se le forme sociali, i vestiti, i giudizi estetici, tutto lo stile in cui l’uomo si esprime, si trasformano continuamente attraverso la moda, allora la moda, cioè la nuova moda, appartiene soltanto alle classi sociali superiori. Non appena le classi inferiori cominciano ad appropriarsene superando i confini imposti dalle classi superiori e spezzando l’unità della loro reciproca appartenenza così simbolizzata, le classi superiori si volgono da questa moda ad un’altra, con la quale si differenziano nuovamente dalle grandi masse e il gioco può ricominciare.
(George Simmel)

L’essenza della moda consiste nell’appartenere sempre e soltanto a una parte del gruppo mentre tutto il gruppo è già avviato verso di essa
(George Simmel)

Per essere un bravo designer a Hollywood bisogna essere una combinazione tra psichiatra, artista, stilista, sarto, puntaspilli, storico, infermiere ed addetto agli acquisti.
(Edith Head)

Non essere alla moda è il miglior modo per non andare fuori moda.
(Jean Dion)

La moda ha il fascino dell’inizio e della fine insieme, il fascino della novità e nello stesso tempo della caducità.
(George Simmel)

Moda: Io sono la moda, tua sorella. Morte: Mia sorella? Moda: Sì, non ricordi che tutte e due siamo nate dalla Caducità?”
(Giacomo Leopardi)

La moda muore giovane.
(Cocteau)

Io baso il mio senso della moda su ciò che non prude.
(Gilda Radner)

Un tempo la moda la facevano i ricchi e i detentori del potere. Gli altri o si adeguavano o cercavano disperatamente di mostrare che erano simili al potere, alleati del potere, persone su cui si poteva contare, gente fidata, gente per bene. Adesso la moda la fanno le ragazzine, e le duchesse la copiano.
(Mary Quant)

Mi sono sempre vestto seguendo le regole della moda di base, tra cui: entrambi i tuoi calzini dovrebbe essere sempre dello stesso colore, oppure dovrebbero essere entrambi abbastanza scuri!
(Dave Barry)

La moda è un fenomeno sociale intimamente connesso all’attività inconscia dello spirito. È raro che noi si sappia chiaramente perché un certo stile ci piace, o perché non è più di moda.
(Carl Lévi-Strauss)

La moda è quel che uno porta: quello che portano gli altri è già passato di moda.
(Oscar Wilde)

Quello che passa di moda entra nel costume. Quello che scompare nel costume risuscita nella moda.
(Jean Baudrillard)

Chi di proposito è fuori moda accetta il contenuto sociale come il maniaco della moda, ma a differenza di quest’ultimo, che lo forma nella categoria dell’intensificazione, egli lo plasma in quella della negazione. Vestirsi fuori moda può diventare di moda in intere cerchie di una società estesa
(George Simmel)

Gli uomini creano spesso mode aberranti per vendicarsi delle donne.
(Roland Barthes)

Mi addolora fisicamente vedere una donna vittimizzata, resa patetica, dalla moda.
(Yves Saint Laurent)

Tutti i cervelli del mondo sono impotenti di fronte ad ogni fesseria che sia di moda.
(Jean De La Fontaine)

La moda costituisce un problema tutt’altro che frivolo, perché affonda le sue radici nella religione, nella politica, nell’arte.
(Gillo Dorfles)

Cenerentola è la prova che un paio di scarpe può cambiarti la vita.
(Anonimo)

La moda è un balletto, è lo spruzzo d’acqua nel parco, l’orchestra più sublime dell’eleganza intuitiva…
(Christian Dior)

Moda: luogo di scambio dialettico tra donna e merce, fra piacere e cadavere.
(Walter Benjamin)

Un nudista è semplicemente un essere umano, senza additivi artificiali.
(Anonimo)

Si deve considerare la moda come un sintomo del gusto dell’ideale che affiora nel cervello umano sopra tutto ciò che la vita naturale vi accumula di volgare, di terrestre, di immondo.
(Charles Baudelaire)

Dopo essere stati cacciati, Adamo rimase fermo ai cancelli, afferrò un grosso bastone e urlò: “Dov’era quel paradiso?” Nel frattempo, Eva si coprì con una nuova foglia di fico e disse: “Come ti sembra il mio nuovo vestito?”.
(Wiet Van Broeckhoven)

La moda deve essere una protesta.
(Wolfang Jopp)

La moda è l’autoritratto di una società e l’oroscopo che essa stessa fa del suo destino.
(Ennio Flaiano)

L’autorità della moda è tale, che ci obbliga ad essere ridicoli per non sembrarlo.
(Joseph Sanial-Dubay)

Così la moda non è altro che una delle tante forme di vita con le quali la tendenza all’uguaglianza sociale e quella alla differenziazione individuale e alla variazione si congiungono in un fare unitario
(George Simmel)

Per quanto riguarda le mode, le persone ragionevoli devono cambiare per ultime, ma non devono farsi aspettare.
(Montesquieu)

Questa era la mia passione: creare abiti, per tutto il resto sono un disastro!
(Valentino)

L’incuria nel vestire è un suicidio morale.
(Honoré de Balzac )

Sentivo dei passi che provenivano dell’armadio,
erano i vestiti che passavano di moda.
(Anonimo)

Si ripete spesso che la più grande prova d’affetto che una donna possa dare a un uomo è di sacrificargli la propria civetteria, di rinunciare alla moda. Nulla di più falso. Al contrario, la donna che ama si guarda bene dal lasciarsi distanziare da rivali. Segue fedelmente, rigorosamente le mode più di ogni altra cosa. Perché? Perché, innanzitutto, si tratta di rimanere la più bella, la più seducente, e perché, quando ci si trascura, s’invecchia, s’imbruttisce.
(Francis de Miomandre)

Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù.
(Molière)

La moda è di tutti, lo stile è di tanti, la classe è di pochi.
(Anonimo)

Il moderno invecchia; il vecchio ritorna di moda.
(Leo Longanesi)

I giovani esprimono la loro rivolta conformandosi in modo rigoroso alla moda.
(Umar Timol)

Cose che non passeranno mai di moda: il nero (che va con tutto), un sorriso e l’educazione
(Egyzia, Twitter)

Niente passa tanto di moda come la moda.
(Bruno Munari)

Finita la settimana della moda.
E il settimo giorno Dior si riposò


(matteograndi, Twitter)

AFORISMI CITAZIONI SHOW

Frasi, citazioni e aforismi sullo spettacolo

C’è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c’è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l’interno di un’anima.
(Victor Hugo)

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto.
(Charles Bukowski)

Il più grande spettacolo dopo il big bang siamo noi… io e te.
(Jovanotti)

Non c’è spettacolo sulla terra più attraente di quello di una bella donna in atto di cucinare la cena per una persona che ama.
(Tom Wolfe)

Uno spettacolo per gli dei la vita di due innamorati.
(Goethe)

La cosa incredibile non è il fatto che tu sia uno spettacolo, ma che sia io ad avere l’unico biglietto.
(GuidoFruscoloni, Twitter)

La mescolanza di bontà e intelligenza è lo spettacolo più interessante che si conosca. Non deve sorprendere che sia il meno frequente.
(Manuel Neila)

Che fine ha fatto la semplicità? Sembriamo tutti messi su un palcoscenico, e ci sentiamo tutti in dovere di dare spettacolo.
(Charles Bukowski)

La Vita non è uno spettacolo muto o in bianco e nero. È un arcobaleno inesauribile di colori, un concerto interminabile di rumori, un caos fantasmagorico di voci e di volti, di creature le cui azioni si intrecciano o si sovrappongono per tessere la catena di eventi che determinano il nostro personale destino.
(Oriana Fallaci)

Un bel viso è il più bello di tutti gli spettacoli.
(Jean de La Bruyère)

Lo spettacolo del cielo mi sconvolge. Mi sconvolge vedere, in un cielo immenso, la falce della luna o il sole.
(Joan Miró)

Quando fai qualcosa di nobile e bello e nessuno lo nota, non essere triste.
Il sole ogni mattina è uno spettacolo bellissimo e tuttavia la maggior parte del pubblico dorme ancora.
(John Lennon)

Sapete, è geniale questa cosa che i giorni finiscono. E’ un sistema geniale. I giorni e poi le notti. E di nuovo i giorni. Sembra scontato, ma c’è del genio. E là dove la natura decide di collocare i propri limiti, esplode lo spettacolo. I tramonti.
(Alessandro Baricco)

E’ nel cuore dell’uomo che la vita dello spettacolo della natura esiste; per riuscire a vederlo, bisogna sentirlo.
(Jean-Jacques Rousseau)

Lo spettacolo è nello spettatore.
(Alphonse de Lamartine)

Senza l’immaginazione, la realtà è uno spettacolo noioso che l’intelligenza esamina e classifica.
(Nicolás Gómez Dávila)

Lo spettacolo deve continuare – The Show Must Go On.
(Anonimo)

Ogni tanto, nelle giornate di vento, scendeva fino al lago e passava ore e guardarlo, giacché, disegnato sull’acqua, gli pareva di vedere l’inspiegabile spettacolo, lieve, che era stata la sua vita.
(Alessandro Baricco)

Lo sport è l’unico spettacolo che, per quante volte tu lo veda, non sai mai come andrà a finire.
(Neil Simon)

Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro.
(Pier Paolo Pasolini).

Uno spettacolo magnifico: balletto, opera e all’improvviso il sangue di un delitto.
(Richard Burton, parlando del rugby)

Ci sono tre date significative nella vita di uno spettacolo: il primo giorno di prove, il debutto e l’ultima sera.
(Dalla serie tv Ai confini della realtà)

Il mio ultimo spettacolo ha avuto tanto successo che la gente faceva a pugni per uscire.
(Walter Fontana)

Col mio spettacolo teatrale feci ben due anni di repliche, aspettando che qualcuno venisse a vederlo.
(MixMic76, Twitter)

Il mio spettacolo è stato un grande successo. Gli spettatori un fallimento.
(George Bernard Shaw)

Il cinema deve essere spettacolo, è questo che il pubblico vuole. E per me lo spettacolo più bello è quello del mito. Il cinema è mito.
(Sergio Leone)

L’umanità è una mandria di esseri che devono essere governati con la frode, l’inganno, e con lo spettacolo.
(Edmund Burke)

E’ il narcisismo autoreferenziale della società dello spettacolo ad aver prosciugato i pozzi della vergogna. Non soltanto nelle nostre società non esistono più interdetti generali, ma gli atti di cui un tempo ci si vergognava, piuttosto che celati, sono addirittura esibiti
(Roberto Esposito)

Quando sono in mutande sul divano, guardando la TV, penso: “Non sto guardando un bello spettacolo”. Per onestà intellettuale devo ammettere però che anche il mio televisore può dire la stessa cosa.
(Flavio Oreglio)

Il più grande comico vivente è Richard Nixon. Sono quasi due anni che, replicando lo stesso spettacolo, Watergate, riesce a far ridere mezzo mondo.
(Woody Allen)

Uno scrittore che si dà in spettacolo non dà lo spettacolo di uno scrittore.
(Robert Sabatier)

Lo spettacolo è il sole che non tramonta mai sull’impero della passività moderna. Esso ricopre tutta la superficie del mondo ed è immerso per l’eternità nella propria gloria
(Guy Debord)

La società dello spettacolo elimina la distanza geografica solo per la produzione di una nuova separazione interna.
(Guy Debord)

Tutta la vita delle società in cui regnano le moderne condi­zioni di produzione si presenta come un’immensa accumu­lazione di spettacoli. Tutto ciò che era direttamente vissuto si è allontanato in una rappresentazione.
(Guy Debord)

Credo che lo spettacolo aspiri a diventare arte, e potrebbe riuscirci, ma se pensi che ciò accada realmente, sei un vero idiota.
(Steve Martin)

Nel mondo dello spettacolo non importa a nessuno quello che fai se fai guadagnare loro dei soldi.
(Joel Schumacher)

Ogni volta che pensi che i signori dell’intrattenimento abbiano raggiunto il livello più basso possibile, questi prendono il martello pneumatico e ra-ta-ta-ta, scendono ancora più in basso.
(Ellen Goodman)

È pericolosissimo quando l’informazione si traveste da spettacolo.
(Paolo Bonolis)

Credo che il mondo dello spettacolo abbia un modo tutto suo di essere brutalmente onesto rispetto a tanti altri ambienti di lavoro.
(Donal Logue)

Nello spettacolo, immagine dell’economia regnante, il fine non è niente, lo sviluppo è tutto. Lo spettacolo non vuole giungere a nient’altro che a sé stesso.
(Guy Debord)

Il passeggio, gli spettacoli, e le Chiese sono le principali occasioni di società che hanno gl’italiani, e in essi consiste, si può dir, tutta la loro società.”
(Giacomo Leopardi)

Ogni cosa nella mia vita è musica, perché ogni cosa nella vita è spettacolo. Ora che sto parlando con te sto facendo uno spettacolo per te. Quando uno ascolta un mio disco, sto facendo uno spettacolo per lui, a casa sua.
(Frank Zappa)

Un uomo, se possiede la vera sapienza, sa godere dell’intero spettacolo del mondo da una sedia, senza saper leggere, senza parlare con nessuno, solo con l’uso dei sensi e con l’anima che non sappia essere triste.
(Fernando Pessoa)

Il mondo è pieno di cose tragiche o comiche, eroiche o bizzarre o sorprendenti, e coloro che non sanno interessarsi allo spettacolo che offre perdono uno dei privilegi offerti dalla vita.
(Bertrand Russell)

La vita è solo un’interminabile replica di uno spettacolo che non avrà mai luogo.
(Dal film Il favoloso mondo di Amélie)

Non sempre la vita è uno spettacolo. Possiamo almeno evitare che diventi un circo.
(ChiaraNonEsiste, Twitter)

La vita non è uno spettacolo o una festa: è una situazione difficile.
(George Santayana)

Un uomo che vuol lavorare e non trova lavoro è forse lo spettacolo più triste che l’ineguaglianza della fortuna possa offrire sulla terra.
(Thomas Carlyle)

Lo spettacolo non è un insieme di immagini, ma un rapporto sociale fra persone, mediato da immagini.
(Guy Debord)

Lo spettacolo, grazie alla soppressione della scena, si estenderà alla sala intera del teatro e, partito dal suolo, si arrampicherà sui muri mediante leggere passerelle, avvolgerà fisicamente lo spettatore, lo terrà in una atmosfera ininterrotta di luce, di immagini e di rumori.
(Antonin Artaud)

Il mondo non è uno spettacolo ma un campo di battaglia.
(Giuseppe Mazzini)

Uno spettacolo si può preparare in un mese. Improvvisare, invece, richiede una vita.
(Pino Caruso)

Qual è il credo di ogni attore? Lo spettacolo anzi tutto! Con pioggia, neve, sole o vento. lo spettacolo anzi tutto!
(dal film Cantando sotto la pioggia)

Lo spettacolo è finito – Acta est fabula.


(Detto latino)

AFORISMI CITAZIONI ART

Aforismi sull’arte, sugli artisti e sulla critica d’arte


Il mondo non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale.
(Marcel Proust)

Si usano gli specchi per guardarsi il viso, e si usa l’arte per guardarsi l’anima.
(George Bernard Shaw)

Esistono due modi per non apprezzare l’Arte.
Il primo consiste nel non apprezzarla. Il secondo nell’apprezzarla con razionalità.
(Oscar Wilde)

Se il mondo fosse chiaro, l’arte non esisterebbe.
(Albert Camus)

L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni.
(Pablo Picasso)

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima.
(George Bernard Shaw)

Dio in realtà non è che un altro artista. Egli ha inventato la giraffa, l’elefante e il gatto. Non ha un vero stile: non fa altro che provare cose diverse.
(Pablo Picasso)

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.
(Paul Klee)

L’arte è l’incontro inatteso di forme e spazi e colori che prima si ignoravano.
(Fabrizio Caramagna)

L’arte ci consente di trovare noi stessi e di perdere noi stessi nello stesso momento.
(Thomas Merton)

L’artista è un ricettacolo di emozioni che vengono da ogni luogo: dal cielo, dalla terra, da un pezzo di carta, da una forma di passaggio, da una tela di ragno.
(Pablo Picasso)

La vita abbatte e schiaccia l’anima e l’arte ti ricorda che ne hai una.
(Stella Adler)

Ogni bambino è un’artista. Il problema è poi come rimanere un’artista quando si cresce.
(Pablo Picasso)

Il tocco supremo dell’artista, sapere quando fermarsi.
(Arthur Conan Doyle)

L’artista dopo che ha lavorato deve sentirsi stanco, eccitato, qualche volta felice e quasi sempre insoddisfatto.
(Giacomo Balla)

La dignità dell’artista sta nel suo dovere di tener vivo il senso di meraviglia nel mondo.
(Gilbert K. Chesterton)

L’arte è l’unica cosa seria al mondo. E l’artista è l’unica persona che non è mai seria.
(Oscar Wilde)

Sogno di dipingere e poi dipingo il mio sogno.
(Vincent Van Gogh)

Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.
(San Francesco d’Assisi)

Arte è quando la mano, la testa, e il cuore dell’uomo vanno insieme.
(John Ruskin)

L’arte è una collaborazione tra l’uomo e Dio, e meno l’uomo fa, meglio è.
(André Gide)

L’arte rende tangibile la materia di cui sono fatti i sogni.
(Anonimo)

Un bravo artista è destinato ad essere infelice nella vita: ogni volta che ha fame e apre il suo sacco, vi trova dentro solo perle.
(Hermann Hesse)

Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.
(Pablo Picasso)

Ogni artista intinge il pennello nella sua anima, e dipinge la sua stessa natura nelle sue immagini.
(Henry Ward Beecher)

Mandare luce dentro le tenebre dei cuori degli uomini. Tale è il dovere dell’artista
(Schumann)

Per me l’arte viene prima della democrazia.
(Alfred Hitchcock)

L’arte è in incidente dal quale non si esce mai illesi.
(Leo Longanesi)

La scienza è ciò che comprendiamo abbastanza bene da spiegarla a un computer. L’arte è tutto quanto il resto.
(Donald Knuth)

L’arte è o plagio o rivoluzione.
(Paul Gauguin)

Ama l’arte; fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno.
(Gustave Flaubert)

L’arte è una menzogna che ci consente di riconoscere la verità.
(Pablo Picasso)

Arte è ciò di cui non si capisce il significato, ma si capisce avere un significato.
(Anonimo)

L’arte deve confortare il disturbato e disturbare il comodo.
(Banksy)

Nessuno può spiegare come le note di una melodia di Mozart, o le pieghe di un panneggio di Tiziano, producano i loro effetti essenziali. Se non lo senti, nessuno può fartelo sentire col ragionamento.
(John Ruskin)

Il compito attuale dell’arte è di introdurre caos nell’ordine.
(Theodor Adorno)

Dovete avere il Caos in voi per partorire una stella danzante.
(Friedrich Nietzsche)

L’arte è magia liberata dalla menzogna di essere verità.
(Theodor Adorno)

L’oggetto dell’arte non è riprodurre la realtà, ma creare una realtà della stessa intensità.
(Alberto Giacometti)

Le arti sono le foreste pluviali della società. Producono l’ossigeno della libertà, e sono il primo sistema d’allarme a scattare quando la libertà è in pericolo.
(June Wayne)

Se c’è sulla terra e fra tutti i nulla qualcosa da adorare, se esiste qualcosa di santo, di puro, di sublime, qualcosa che assecondi questo smisurato desiderio dell’infinito e del vago che chiamano anima, questa è l’arte.
(Gustave Flaubert)

Nessuno ha mai scritto, dipinto, scolpito, modellato, costruito o inventato se non per uscire letteralmente dall’inferno.
(Antonin Artaud)

Le più belle opere degli uomini sono ostinatamente dolorose.
(André Gide)

Le opere, come nei pozzi artesiani, salgono tanto più alte quanto più a fondo la sofferenza ha scavato il cuore.
(Marcel Proust)

Le opere d’arte sono sempre il frutto dell’essere stati in pericolo, dell’essersi spinti, in un’esperienza, fino al limite estremo oltre il quale nessuno può andare.
(Rainer Maria Rilke)

Gli artisti possono colorare il cielo di rosso perché sanno che è blu. Quelli di noi che non sono artisti devono colorare le cose come realmente sono o la gente penserebbe che sono stupidi.
(Jules Feiffer)

Per lavorare, per creare serenamente un’opera, una grande opera, bisognerebbe non vedere nessuno, non interessarsi a nessuno, non amare nessuno, ma allora per quale ragione fare un’opera?
(Georges Duhamel)

Ciò che l’arte tenta di distruggere è la monotonia del tipo, la schiavitù della moda, la tirannia delle abitudini, e l’abbassamento dell’uomo al livello della macchina.
(Oscar Wilde)

Il progresso di un artista è un continuo sacrificio di sé, una continua estinzione della personalità.
(Thomas Stearns Eliot)

Tutta la grande arte nasce da un senso di indignazione.
(Glenn Close)

Ci sono due tipi di artisti: quelli che vogliono passare alla storia e quelli che si accontentano di passare alla cassa.
(Giorgio Gaber)

Artista è soltanto chi sa fare della soluzione un enigma.
(Karl Kraus)

Benché si legga con la mente, la sede del piacere artistico è tra le scapole; è quel piccolo brivido che sentiamo là dietro.
(Vladimir Nabokov)

Un’opera d’arte per divenire immortale deve sempre superare i limiti dell’umano senza preoccuparsi né del buon senso né della logica.
(Giorgio De Chirico)

L’Arte ha parlato molte più lingue di quelle che l’uomo stesso abbia mai creato.
(Davide Sallustio)

I capolavori non sono fatti per sbalordire. Sono fatti per persuadere, per convincere, per entrare in noi attraverso i pori.
(Jean Auguste Dominique Ingres)

Chi ha arte o scienza
quegli ha anche religione;
Chi non ha arte o scienza
quegli abbia religione.
(Goethe)

Ogni grande opera d’arte ha due facce, una per il proprio tempo e una per il futuro, per l’eternità.
(Daniel Barenboim)

Arte è ciò che il mondo diventerà, non ciò che il mondo è.
(Karl Kraus)

Quando un’opera d’arte sembra in anticipo sul suo tempo, è vero invece che il tempo è in ritardo rispetto all’opera.
(Jean Cocteau)

Non è vero che gli artisti debbano esprimere il contenuto di un’epoca, essi devono dare a un’epoca un contenuto.
(Konrad Fiedler)

Uno dei compiti principali dell’arte è sempre stato quello di creare esigenze che al momento non è in grado di soddisfare.
(Walter Benjamin)

Si può esistere senza arte, ma senza di essa non si può Vivere.
(Oscar Wilde)

L’arte non insegna niente, tranne il senso della vita.
(Henry Miller)

Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettervisi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa.
(Arthur Schopenhauer)

Si può conquistare il mondo non solo come capitano, sottomettendolo, ma anche come filosofo, penetrandolo, e come artista, accogliendolo in sé e rigenerandolo.
(Christian Friedrich Hebbel)

Lo scienziato non porta niente di nuovo. Inventa soltanto ciò che serve. L’artista scopre ciò che non serve. Porta il nuovo.
(Karl Kraus)

Un artista è uno che produce cose di cui la gente non ha alcun bisogno ma che lui – per qualche ragione – pensa sia una buona idea darle.
(Andy Warhol)

I glutei sono la parte più esteticamente gradevole del corpo perché non sono funzionali. Anche se nascondono un orifizio essenziale, queste inutili rotondità sono, tra le forme umane, le più vicine a quella che è l’astrazione dell’arte.
(Kenneth Tynan)

Nessun grande artista vede mai le cose come veramente sono. Altrimenti non sarebbe più un artista.
(Oscar Wilde)

L’arte non è ciò che vedi, ma ciò che fai vedere agli altri.
(Edgar Degas)

Non vi è alcun metodo più sicuro per evadere dal mondo che seguendo l’arte, e nessun metodo più sicuro di unirsi al mondo che tramite l’arte.
(Goethe)

I tre criteri di un’opera d’arte: armonia, intensità, continuità.
(Arthur Schnitzler)

Impara le regole come un professionista, affinché tu possa infrangerle come un artista.
(Pablo Picasso)

Bisogna rifare dieci volte, cento volte lo stesso soggetto. Niente, in arte, deve sembrare dovuto al caso.
(Edgar Degas)

La natura imita ciò che l’opera d’arte le propone. Avete notato come, da qualche tempo, la natura si è messa a somigliare ai paesaggi di Corot?
(Oscar Wilde)

La vita imita l’arte più di quanto l’arte non imiti la vita.
(Oscar Wilde)

La vita è così orribile che la si può sopportare soltanto fuggendola. E lo si fa vivendo nell’arte.
(Gustave Flaubert)

La sola arte di cui mi accontento è quella che, elevandosi dall’inquietudine, tende alla serenità.
(André Gide)

La realtà produce una parte dell’arte, il sentimento la completa.
(Jean-Baptiste Camille Corot)

L’opera d’arte è un messaggio fondamentalmente ambiguo, una pluralità di significati che convivono in un solo significante.
(Umberto Eco)

La buona arte è quella che ti lascia entrare da tante angolazioni diverse e uscire con tante prospettive diverse.
(Mary Schmich)

Farci sentire piccoli nel modo giusto è una funzione dell’arte; gli uomini possono farci sentire piccoli solo nel modo sbagliato.
(Edward Morgan Forster)

Arte significa: dentro a ogni cosa mostrare Dio.
(Hermann Hesse)

La più bella esperienza che possiamo avere è il mistero – l’emozione fondamentale che sta alla base della vera arte e della vera scienza.
(Albert Einstein)

L’arte non deve mai tentare di farsi popolare. Il pubblico deve cercare di diventare artistico.
(Oscar Wilde)

Se è arte non può essere popolare e se è popolare non può essere arte.
(Arnold Schönberg)

Arte consiste di limitazione. La parte più bella di ogni quadro è la cornice.
(GK Chesterton)

Alla domanda: “Che cos’è l’arte?” Si potrebbe rispondere celiando (ma non sarebbe una celia sciocca): che l’arte è ciò che tutti sanno che cosa (Benedetto Croce)

Lascia che ti chieda una cosa: che cosa non è arte?
(Anonimo)

L’arte non ha bisogno di alcuna risposta. E’ una domanda che vuole restare tale.
(Claudio Parmiggiani)

C’è soltanto una cosa che vale nell’opera d’arte ed è quella che non si riesce a spiegare.
(Georges Braque)

Un artista non può parlare della sua arte più di quanto una pianta possa discutere di orticoltura.
(Jean Cocteau)

La Natura è rivelazione di Dio; l’Arte, rivelazione dell’uomo.
(Henry Wadsworth Longfellow)

La grande arte riprende da dove finisce la natura.
(Marc Chagall)

La natura è una casa stregata, l’arte è una casa che cerca di essere stregata.
(Emily Dickinson).

L’arte non è uno specchio per riflettere il mondo, ma un martello per forgiarlo.
(Vladimir Majakovskij)

Che cosa è l’arte? Ciò per cui le forme diventano stile.
(André Malraux)

Chi dice che non si può vedere un pensiero semplicemente non conosce l’arte.
(Wynetka Ann Reynolds)

Perché è bella l’arte? Perché è inutile. Perché è brutta la vita? Perché è tutta fini e propositi e intenzioni.
(Fernando Pessoa)

L’arte e la religione sono, dopo tutto, due strade attraverso le quali gli uomini fuggono dalla realtà concreta nel desiderio dell’estasi.
(Clive Bell)

L’arte sconvolge, la scienza rassicura.
(Georges Braque)

La cultura è la regola; l’arte è l’eccezione.
(Jean-Luc Godard)

L’arte astratta non esiste. Devi sempre cominciare con qualcosa. Dopo puoi rimuovere tutte le tracce della realtà
(Pablo Picasso)

Nel mondo dell’arte c’è una guerra sola: quella tra Circe e Orfeo. Tra Circe che trasforma gli uomini in bestie e Orfeo che trasforma i bruti in uomini.
(Giovanni Papini)

L’arte, questo prolungamento della foresta delle vostre vene, che si effonde, fuori dal corpo, nell’infinito dello spazio e del tempo.
(Filippo Tommaso Marinetti)

L’arte è una attività umana che possiede come propri scopi la trasmissione alle altre persone dei più alti e migliori sentimenti al quale l’uomo sia mai arrivato.
(Lev Tolstoj)

Scopo di ogni artista è arrestare il movimento, che è vita, con mezzi artificiali, e tenerlo fermo ma in tal modo che cent’anni dopo, quando un estraneo lo guarderà, torni a muoversi, perché è vita.
(William Faulkner)

Spesso siamo colpiti dal contrasto abissale fra la bellezza dell’opera d’arte e la vita disordinata, a volte meschina del suo artefice. Wagner, con le sue opere ci comunica sentimenti sublimi, mentre nella sua vita privata era disordinato e avido. Villon e Marlowe erano degli asociali, Michelangelo era cupo, avaro, collerico, quasi intrattabile. Perché dobbiamo allora valutare moralmente la persona che sta dietro il ruolo che svolge, al di fuori delle oggettivazioni in cui si è realizzata? Non ci basta il risultato del suo impegno, non ci basta la perfezione del suo lavoro?
(Francesco Alberoni)

Perché un’opera sia veramente bella, bisogna che l’autore vi dimentichi sé stesso, e mi permetta di dimenticarlo.
(François de Salignac de La Mothe-Fénelon)

La sincerità è un grande ostacolo che l’artista deve vincere.
(Fernando Pessoa)

Rivelare l’arte e nascondere l’artista è il fine dell’arte.
(Oscar Wilde)

Le opere d’arte sono di una solitudine infinita, e nulla può raggiungerle meno della critica.
(Rainer Maria Rilke)

L’arte è un appello al quale troppi rispondono senza essere stati chiamati.
(Leo Longanesi)

Tutti gli artisti son disposti a soffrire per la propria arte. Ma perché così pochi artisti sono disposti a imparare a disegnare?
(Banski)

La critica è la vendetta dell’intellettuale sull’arte.
(Susan Sontag)

La cosa che sente più stupidaggini al mondo è probabilmente un quadro di museo.
(Edmond e Jules de Goncourt)

L’arte viene prodotta dal privo di talento e venduta dal privo di scrupoli al perplesso.
(Al Capp)

La pubblicità è l’unica forma d’arte che l’America ha inventato e sviluppato.
(Gore Vidal)

L’arte, come la teologia, è una frode ben confezionata.
(Philip K. Dick)

Ciò che fa il successo di un bel po’ di opere è il rapporto accertato tra la mediocrità delle idee dell’autore e la mediocrità delle idee del pubblico.
(Nicolas de Chamfort)

L’arte non esige dagli artisti talento, ma opere.
(Anonimo)

Se si vende, è arte.
(Frank Lloyd)

Artista. Un uomo che non prostituirà mai la sua arte, eccetto che per denaro.
(Henri Meyers)

Quando i banchieri si riuniscono per cena, discutono di arte. Quando gli artisti si riuniscono per cena, discutono di denaro.
(Oscar Wilde)

Un’opera d’arte si spegne, impallidisce nelle stanze dove ha un prezzo ma non un valore.
(Ernst Jünger)

Il temperamento artistico è una malattia che affligge i dilettanti.
(Gilbert Keith Chesterton)

L’arte sono tutte le opere d’arte, pubblicate nei libri di storia dell’arte.
(Achille Bonito Oliva)

Adesso posso dire che l’arte è una sciocchezza.
(Arthur Rimbaud)

Ma in defi­ni­tiva io non credo alla fun­zione crea­trice dell’artista. È un uomo come tutti gli altri, che fa certe cose, ma anche il busi­ness­man, ad esem­pio, fa certe cose
(Marcel Duchamp)

Io mi definisco “anar­ti­sta” invece di arti­sta, o meglio ancora, “respi­ra­tore”. La mia atti­vità con­si­ste, sem­pli­ce­mente, nel vivere.
(Marcel Duchamp)

In arte è difficile dire qualcosa che sia altrettanto buono del non dire niente.
(Ludwig Wittgenstein)

Se la mia affittcamere dice che un quadro è grazioso e io dico che è orrendo, non ci contraddiciamo.
(Ludwig Wittgenstein)

Quando il criterio dell’arte era la solida costruzione, l’attenta osservanza delle regole – pochi potevano tentare di essere artisti, e la maggior parte di costoro sono molto buoni. Ma quando si è iniziato a considerare l’arte da espressione di creazione a espressione di sentimenti, ognuno poteva essere artista, perché tutti hanno dei sentimenti.
(Fernando Pessoa)

L’uomo deve rendersi conto che occupa nel creato uno spazio infinitamente piccolo e che nessuna delle sue invenzioni estetiche può competere con un minerale, un insetto o un fiore. Un uccello, uno scarabeo o una farfalla meritano la stessa fervida attenzione di un quadro di Tiziano o del Tintoretto, ma noi abbiamo dimenticato come guardare.
(Claude Lévi-Strauss)

L’arte moderna è ciò che accade quando i pittori smettono di guardare alle ragazze e si persuadono di avere un’idea migliore.
(John Ciardi)

L’arte moderna si chiama così perché non ha nessuna probabilità di diventare antica.
(Nikita Chrušcëv)

I capolavori oggi hanno i minuti contati.
(Ennio Flaiano)

Un’arista che vuole avere successo non è più un’artista. E’ una persona che vuole avere successo.
(Piero Fornasetti)

Più frequentiamo le mostre d’arte moderna, più tutto sembra assomigliare a un’opera d’arte, compresi la sedia dell’addetto alla sorveglianza e l’estintore.
(Brian Sewell)

L’unico modo di valutare autenticamente un’opera d’arte è vedere se essa stimola davvero una revisione del nostro modo di essere al mondo.
(Gianni Vattimo)

L’arte è uno di quei pochi territori dove è ancora possibile cercare delle verità.
(Wolf Vostell)

Senza l’arte avremmo bisogno di troppe spiegazioni.
(Anonimo)

La vita è troppo breve per restare con “i piedi per terra”, quindi dipingi, scolpisci, scrivi, recita, danza… insomma sogna.
(Davide Sallustio)

L’autore nella sua opera dovrebbe essere come Dio nell’universo, presente ovunque e visibile da nessuna parte.
(Gustave Flaubert)

Ho pensato che l’argilla deve sentirsi felice nelle mani del vasaio.
(Janet Fitch)

La natura agisce secondo leggi che si è prescritta d’accordo col Creatore, l’arte secondi leggi sulle quali si è messa d’accordo con il Genio.
(Goethe)

Nessuno può aggiungere niente a un albero, a un fiore. Così una vera opera d’arte.
(Christian Friedrich Hebbel)

Senza arte, la crudezza della realtà renderebbe il mondo insopportabile.
(George Bernard Shaw)

AFORISMI CITAZIONI CULTURE

Frasi, citazioni e aforismi sulla cultura


La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.
(Hans Georg Gadamer)

Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l’aspetto di giganti.
(Karl Kraus)

La cultura è l’unica droga che crea indipendenza.
(Anonimo)

La cultura è un bene comune primario come l’acqua; i teatri le biblioteche i cinema sono come tanti acquedotti.
(Claudio Abbado)

Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze.
(Norberto Bobbio)

Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura.
(Pier Paolo Pasolini)

La società di massa non vuole cultura, ma svago.
(Hannah Arendt)

A sostenere il peso della cultura ormai c’è rimasto solo l’eroismo silenzioso delle mensole.
(niky_lista, Twitter)

La cultura, in tv, è come la pornografia: trova spazio solo di notte.
(Pino Caruso)

Chi è per lo sport ha le masse al suo fianco, chi è per la cultura ha le masse contro, e per questo tutti i governi sono sempre per lo sport e contro la cultura.
(Thomas Bernhard)

Cultura è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno.
(Karl Kraus)

Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro.
(Albert Camus)

Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci.
(Aristotele)

La cultura non è professione per pochi: è una condizione per tutti, che completa l’esistenza dell’uomo.
(Elio Vittorini)

Cultura: l’urlo degli uomini in faccia al loro destino.
(Albert Camus)

La cultura… ciò che fa sì che l’uomo non sia solo un incidente nell’universo.
(André Malraux)

La cultura serve a non servire.
(Anonimo)

Un popolo senza la conoscenza della propria storia, origine e cultura, è come un albero senza radici.
(Marcus Garvey)

Credo che che la televisione abbia abbassato il livello culturale degli intellettuali.
(Ennio Flaiano)

La televisione favorisce la cultura, ogni volta che la accendo vado a leggere un libro nell’altra stanza.
(Groucho Marx)

La televisione dà la cultura a chi non ce l’ha e la toglie a chi ce l’ha.
(Umberto Eco)

La donna è stata bloccata per secoli. Quando ha accesso alla cultura è come un’affamata. E il cibo è molto più utile a chi è affamato rispetto a chi è già saturo.
(Rita Levi Montalcini)

Cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri
(Antonio Gramsci)

La cultura è fatta per essere utilizzata, messa in pratica. Non è un oggetto da ammirare, contemplare. Non è uno strumento di potere, non deve servire a sottomettere, intimorire. Non deve servire ad accrescere i propri privilegi.
(Sabina Guzzanti)

Colto è l’uomo che non converte la cultura in professione.
(Nicolás Gómez Dávila)

Ci sono persone colte persino tra i professori!
(Benedetto Croce)

Le persone colte amano imparare, le persone ignoranti pretendono d’insegnare.
(Edmond Le Berquier)

Per me cultura significa creazione di vita.
(Cesare Zavattini)

Quando ero una bambina, quando ero un’adolescente, i libri mi hanno salvato dalla disperazione: ciò mi ha convinto che la cultura è il più alto dei valori.
(Simone de Beauvoir)

La droga è sempre un surrogato. E precisamente un surrogato della cultura.
(Pier Paolo Pasolini)

Per me l’uomo colto è colui che sa dove andare a cercare l’informazione nell’unico momento della sua vita in cui gli serve.
(Umberto Eco)

Il valore della cultura si rivela nel modo più chiaro quando una persona colta prende la parola a proposito di un problema che sta fuori dall’ambito della sua cultura.
(Karl Kraus)

Questa non è cultura, è pedanteria, non è intelligenza, ma intelletto, e contro di essa ben a ragione si reagisce. La cultura è una cosa ben diversa.
(Antonio Gramsci)

Cultura significa anzitutto creare una coscienza civile, fare in modo che chi studia sia consapevole della dignità. L’uomo di cultura deve reagire a tutto ciò che è offesa alla sua dignità, alla sua coscienza. Altrimenti la cultura non serve a nulla.
(Oriana Fallaci)

La cultura è ciò che rimane quando si sono dimenticate tutte le nozioni.
(Anonimo)

La cultura: trattenere molto poco dal molto, cosi come a quelle squisite feste cinesi in cui è consentito di assaggiare una porzione modesta da oltre un centinaio di piatti.
(Gheorghe Gricurcu)

Cultura non è leggere molto, né sapere molto: è conoscere molto.
(Fernando Pessoa)

La cultura ha guadagnato soprattutto da quei libri con cui gli editori hanno perso.
(Thomas Fuller)

Fare dono della cultura è fare dono della sete. Il resto sarà una conseguenza.
(Antoine de Saint-Exupery)

Non sembrare mai più istruito delle persone che stai frequentando. Indossa la tua cultura come un orologio da tasca, e tienila nascosta. Non tirarlo fuori per vedere l’ora, ma dai l’orario quando ti viene chiesto.
(Conte di Chesterfield)

Ogni nuovo libro che leggo entra a far parte di quel libro complessivo e unitario che è la somma delle mie letture.
(Italo Calvino)

Gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti.
(Aristotele)

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa
(Blaise Pascal)

Solo l’uomo colto è libero
(Epitteto)

Nel tempio della cultura entriamo per imparare a non inginocchiarci
(Nicolae Petrescu Redi)

La cultura è un ornamento nella buona sorte, un rifugio nell’avversa.
(Aristotele)

Un analfabeta ha sempre una certa grazia, che poi va perduta attraverso la cultura. Poi si ritrova a un altissimo grado di cultura, ma la cultura media è sempre corruttrice.
(Pier Paolo Pasolini)

La cultura consiste di connessioni, non di separazioni: specializzarsi è isolare.
(Carlos Fuentes)

Nessuna cultura può vivere se cerca di essere esclusiva.
(Mahatma Gandhi)

L’uomo molto ricco deve parlare sempre di poesia o di musica ed esprimere pensieri elevati, cercando di mettere a disagio le persone che vorrebbero ammirarlo per la sua ricchezza soltanto.
(Ennio Flaiano)

Una vasta cultura è una farmacia ben fornita: ma non c’è modo di avere la sicurezza che non ci venga porto del cianuro per curare un raffreddore.
(Karl Kraus)

Il più istruito di tutti è colui che conosce meglio tutto ciò che vi è di più lontano dalla vita quotidiana, dall’osservazione immediata, che non è di alcuna utilità pratica, che non può essere provato dall’esperienza e che, dopo esser passato attraverso un gran numero di stadi intermedi, resta ancora pieno di incertezza, di difficoltà e di contraddizioni. È vedere e ascoltare con occhi e orecchie altrui, è credere ciecamente al giudizio degli altri. La persona istruita è fiera della sua conoscenza di nomi e di date, non di quella di uomini e cose. Non pensa e non s’interessa ai suoi vicini di casa, ma è al corrente degli usi e costumi delle tribù e delle caste degli indù e dei tartari calmucchi.
(William Hazlitt)

Ciò che si chiama cultura consiste, per una parte degli intellettuali, nel perseguitare l’altra parte.
(Jean-François Revel)

L’ignoranza è il punto di vista che manca agli uomini di cultura.
(Pino Caruso)

Grave errore pensare che le persone colte siano sempre intelligenti.
(saraepunto, Twitter)

Il guaio di farsi una cultura è che il processo richiede molto tempo, ti brucia la parte migliore della vita, e quando hai finito l’unica cosa che sai è che ti sarebbe convenuto di più fare il banchiere.
(Philip K. Dick)

Il principale svantaggio di sapere di più, e di vedere più lontano degli altri, in genere è di non essere compresi. Chi è intellettualmente dotato tende a esprimersi per paradossi, e questo lo colloca subito fuori la portata del lettore comune. […] La grande felicità della vita è di non essere né migliore né peggiore della media di quelli che incontri. Se sei al di sotto, ti calpestano, se sei al di sopra degli altri trovi subito che il loro livello è inaccettabilmente basso, perché rimangono indifferenti davanti a ciò che t’interessa di più. A che serve essere virtuosi in un locale notturno, o saggi in un manicomio?
(William Hazlitt)

La cultura non sostenuta dal buon senso è raddoppiata follia.
(Baltasar Gracián)

È meglio non sapere né leggere né scrivere, che non saper fare altro che questo.
(William Hazlitt)

La parola Cultura mi appare gigantesca, enorme, degna di non essere scomodata di continuo.
(Giangiacomo Feltrinelli)

Senza istruzione corriamo il rischio di prendere sul serio le persone istruite.
(GK Chesterton)

La cultura è come la marmellata: meno se ne ha e più la si spalma.
(Françoise Sagan)

E poi che importa della cultura? Quando scrisse l’Amleto, Molière aveva forse letto Rostand? No.
(Pierre Desproges)

La cultura è soprattutto una unità di stile che si manifesta in tutte le attività di una nazione.
(Friedrich Nietzsche)

La cultura, presa nel suo significato etnografico più ampio, è quell’insieme che include conoscenze, credenze, arte, morale, legge, costume e ogni altra capacità e usanza acquisita dall’uomo come appartenente a una società.
(Marco Aime)

A un certo punto non fu più la biologia a dominare il destino dell’uomo, ma il prodotto del suo cervello: la cultura.
(James Clerk Maxwell)

La guerra è il sistema più spiccio per trasmettere una cultura.
(Anthony Burgess)

Il principale compito della cultura, la sua vera ragione d’essere, è di difenderci contro la natura.
(Sigmund Freud)

La cultura è tutto ciò che noi facciamo e le scimmie non fanno.
(Lord Raglan)

Non c’è bisogno di bruciare i libri per distruggere una cultura. Basta convincere la gente a smettere di leggere.
(Ray Bradbury)

Non sono interessato a vivere in una città dove non c’è un’opera teatrale di Samuel Beckett in programmazione.
(Edward Albee)

Siamo un Paese di persone colte. Sul fatto.
(Anonimo)

Hanno ucciso la cultura. Sapeva troppo.
(Nicola Farina)

Cultura. Facile da definire. Tutto quello che non pensiamo sia cultura è cultura.
(Giuseppe Pontiggia)